Montmartre cosa vedere: la guida completa per una visita indimenticabile.

Montmartre è uno dei quartieri più famosi di Parigi, noto per la sua bellezza, il suo fascino bohémien e la sua animata vita notturna. Questo pittoresco quartiere è stato immortalato in numerose opere d’arte e film, ed è diventato una delle mete turistiche più popolari della città.

Se stai pianificando una visita nella capitale della Francia e ti stai chiedendo a Montmartre cosa vedere, ecco cosa devi sapere per godere appieno di questa meravigliosa zona di Parigi.

Quanto tempo ci vuole per visitare Montmartre, il quartiere degli artisti.

Il tempo necessario per visitarlo dipende dalle tue preferenze e dal tuo programma di viaggio. Se vuoi goderti appieno il quartiere e osservare tutte le sue attrazioni principali, ti consigliamo di dedicare almeno una giornata.

Al riguardo potresti fare per esempio un simpatico e gratuito tour della zona che in poche ore ti mostrerà la vera essenza parigina.

Se hai meno tempo a disposizione, puoi concentrarti sui luoghi più iconici, come la Basilica del Sacro Cuore e il Café des Deux Moulins.

  • Respirare Parigi, conserva l’anima.
    (Victor Hugo)

Cosa si trova a Montmartre: Dai musei ai bistrot, ecco la guida su tutte le cose da vedere:

Montmartre è un quartiere pieno di attrazioni e punti di interesse e devo ammettere che i suoi edifici sono sorprendenti, girovagando a piedi avrai l’opportunità di osservare numerose cose davvero interessanti che adesso ti elenco, quindi seguimi nel racconto se interessato:

Montmartre cosa vedere , la basilica del sacro cuore

Partiamo dalla Basilica del Sacro Cuore.

La Basilica del Sacro Cuore, conosciuta anche come Sacré-Cœur, è una delle principali attrazioni di Montmartre, con la sua grande cupola bianca che si erge sopra la città. Il quartiere è anche famoso per le sue strade pittoresche, i suoi artisti di strada e le sue numerose gallerie d’arte.

Situata sulla collina più alta del quartiere, la basilica domina la capitale con la sua imponente facciata bianca, e offre una vista spettacolare suggestiva.

L’interno della basilica è ancora più sorprendente della sua facciata. Gli altari, le cappelle laterali e la navata centrale sono riccamente decorati con mosaici, dipinti e sculture, creando un’atmosfera di spiritualità e sacralità.

Uscendo dalla basilica, e andando in giro capirai a primo impatto che nel quartiere si trovano diversi storici cafe e ristoranti, resi celebri da film, libri e svariati dipinti di cui ti accenno:

Café des Deux Moulins per vivere un viaggio cinematografico.

Il Café des Deux Moulins è uno dei luoghi più iconici di Montmartre. Questo caffè è diventato famoso grazie al film “Amélie”, che lo ha reso uno dei luoghi più visitati di Parigi. Oltre a offrire un’atmosfera autentica e accogliente, il Café des Deux Moulins è anche un ottimo posto per gustare un buon caffè e godere della vista del quartiere.

Il Moulin de la Galette altro locale storico immortalato da Pierre Renoir.

Il Moulin de la Galette è uno storico mulino a vento che ospita un notissimo ristorante. Il mulino fu costruito nel 1622 e per molti anni fu utilizzato per la produzione di farina per poi appunto essere trasformato in un ristorante e una sala da ballo nel 1830.

Questo posto divenne rapidamente una delle attrazioni più popolari di Parigi, frequentato dai bohémien della città, artisti, scrittori e altri personaggi famosi dell’epoca. Il mulino fu immortalato in numerose opere d’arte, tra cui il celebre dipinto di Renoir “Bal au Moulin de la Galette” del 1876.

Nel corso degli anni, il Mulino ha subito numerosi cambiamenti e restauri, ma ha mantenuto il suo fascino originale.

Visitare il Moulin de la Galette è una vera e propria esperienza storica e culturale. Ti immergerai nella storia di Parigi e potrai rivivere l’atmosfera bohémien degli anni passati.

Montmartre cosa vedere: Il famoso ristorante Moulin de la Galette

Il Cafe Le Vrai.

Il Café Le Vrai Paris è un altro locale storico Il caffè è stato aperto nel 1888 ed è stato frequentato da numerosi artisti, scrittori e personaggi famosi nel corso degli anni.

Il caffè è stato recentemente ristrutturato e riaperto al pubblico, ma ha mantenuto il suo fascino originale. L’arredamento e la decorazione sono ispirati allo stile art nouveau, con pareti in marmo, specchi ornati e lampadari di cristallo.

Altro posto di pari fama se non manggiore ma situato in un quartiere diverso è il noto Cafe de Flore Paris.

La piazza du Tertre, il vero cuore della zona.

La Place du Tertre è la piazza principale di Montmartre, situata ai piedi della Basilica del Sacré-Cœur. Questa piazza pittoresca è stata il centro della vita artistica di Montmartre per più di un secolo, ed è ancora oggi una meta molto popolare tra i turisti che vogliono immergersi nell’atmosfera bohémienne del quartiere.

E’ circondata da ristoranti, caffè e negozi di souvenir, ma la sua vera attrazione sono i pittori e gli artisti di strada che si esibiscono qui tutti i giorni.

I pittori hanno i loro cavalletti e le loro tele allineati lungo la piazza, pronti a dipingere i ritratti dei turisti o le vedute di Montmartre. Gli artisti di strada, invece, si esibiscono in numeri di giocoleria, acrobazie o magia, intrattenendo i passanti con le loro abilità.

La Place du Tertre è anche il punto di partenza per una passeggiata alla scoperta del quartiere.

Dalla piazza, si può salire lungo le scalinate fino alla Basilica del Sacré-Cœur, ammirando le viste panoramiche sulla città lungo il percorso. Si può anche passeggiare per le strette vie, scoprendo angoli nascosti, altri caffè caratteristici e numerose gallerie d’arte.

Pensa che la piazza è stata il luogo di incontro di molti artisti famosi nel corso della storia, tra cui Pablo Picasso, Henri Matisse e Vincent van Gogh.

Ancora oggi, la piazza è una fonte di ispirazione per molti artisti contemporanei, che trovano qui un’atmosfera unica e creativa.

Proprio Pablo Picasso è stato uno dei più grandi artisti del XX secolo e ha trascorso una parte significativa della sua carriera in città nel 1900, Picasso si trasferì a Parigi, dove ha vissuto e lavorato per molti anni.

Durante questo periodo, ha incontrato molte personalità importanti del mondo dell’arte e ha esplorato diverse tecniche e stili, sviluppando il famoso stile cubista.

La chiesa di St. Pierre de Montmartre.

La chiesa di St. Pierre de Montmartre è una delle chiese più antiche di Parigi, situata sulla collina del quartiere a pochi passi dal Sacro Cuore uno dei punti più alti della città, ha subito numerosi cambiamenti nel corso dei secoli, ma ha conservato gran parte della sua architettura romanica.

Durante la Rivoluzione francese, la chiesa fu saccheggiata e utilizzata come magazzino di munizioni, ma fu poi restaurata nel XIX secolo.

L’interno della chiesa è magnifico, con un bellissimo soffitto a volta, affreschi e decorazioni in stile romanico.

La chiesa di St. Pierre de Montmartre è una delle chiese più importanti della capitale, dal punto di vista storico. È aperta al pubblico tutto l’anno, ed è possibile partecipare alle messe e alle celebrazioni religiose.

Il Muro dei Je t’aime, luogo romantico per innamorati.

Il Muro dei Je t’aime è un’opera d’arte pubblica situata nella zona. Il muro è composto da oltre 600 piastrelle di ceramica e presenta la parola “Je t’aime” scritta in oltre 200 lingue diverse.

L’idea del Muro dei Je t’aime è nata nel 2000 dal consorzio culturale “Avec Amour”. L’obiettivo era di creare un luogo dove le persone potessero esprimere il loro amore in diverse lingue, riflettendo l’essenza multiculturale della città di Parigi.

Dalla sua nascita è diventato una delle attrazioni turistiche più popolari di Montmartre. Il Muro è diventato un luogo di pellegrinaggio per tante coppie, che vengono qui spesso per dichiarare il loro amore.

La parete è stata creata dall’artista Frédéric Baron e dalla calligrafa Claire Kito, che hanno lavorato insieme per realizzare questa opera d’arte unica.

Il Moulin Rouge, uno dei locali simbolo senza tempo di Parigi:

Il Moulin Rouge è uno dei luoghi più famosi di Montmartre, il suo nome è noto in tutto il mondo come il tempio del can-can e dei divertimenti notturni parigini. Situato nel quartiere di Pigalle, il Moulin Rouge è stato inaugurato nel 1889 e da allora ha ospitato spettacoli di danza, musica e cabaret.

L’edificio del Moulin Rouge è caratterizzato dalla sua famosa facciata rossa e dal grande mulino a vento che svetta sul tetto. All’interno, il teatro può ospitare fino a 850 spettatori seduti, che possono assistere a spettacoli di can-can, burlesque e cabaret, accompagnati da musica dal vivo.

Per assistere ad uno spettacolo al Moulin Rouge, è necessario prenotare i biglietti in anticipo, in quanto le rappresentazioni sono molto popolari e spesso esauriscono rapidamente.

Il prezzo dei biglietti varia a seconda della fascia oraria e della posizione dei posti a sedere. In media, i prezzi partono da circa 100 euro a persona per gli spettacoli serali.

Va comunque ricordato che il Moulin Rouge non è solo un luogo per gli spettacoli, ma anche un’attrazione turistica a sé stante.

La struttura offre infatti visite guidate del teatro e del backstage, durante le quali si può scoprire la storia del luogo e ammirare gli allestimenti e i costumi utilizzati negli spettacoli.

In sintesi, il Moulin Rouge è uno dei luoghi più iconici di Montmartre e un’esperienza unica per chiunque voglia immergersi nell’atmosfera bohémienne e vivace del quartiere parigino.

Il prezzo dei biglietti poi varia a seconda dell’orario e della posizione dei posti a sedere, ma è possibile visitare la struttura anche senza assistere ad uno spettacolo.

Il Museo Dalì Paris

Dalì Paris è un museo dedicato all’artista surrealista Salvador Dalì, situato nel cuore di Montmartre, a pochi passi dalla Basilica del Sacré-Cœur. Il museo è ospitato in un edificio storico del XVIII secolo, che un tempo era la casa dell’artista francese Aristide Bruant.

Il museo espone oltre 300 opere di Salvador Dalì, tra cui dipinti, disegni, sculture e oggetti d’arte. Le opere esposte coprono l’intera carriera artistica di Dalì, dalle sue prime opere cubiste alle sue celebri opere surrealiste.

Il museo è suddiviso in diversi spazi espositivi, ciascuno dedicato a un periodo specifico della carriera dell’artista.

Tra le opere più famose esposte al museo, ci sono “La persistenza della memoria”, un’immagine iconica di orologi morbidi che si sciolgono in un paesaggio onirico, e “L’apocalisse secondo Dalì”, una serie di 100 acqueforti che rappresentano il Libro dell’Apocalisse.

Oltre alle opere di Dalì, il museo ospita anche una collezione di oggetti personali dell’artista, tra cui fotografie, lettere, disegni e altri documenti. Ci sono anche alcune opere di altri artisti surrealisti, che offrono un contesto storico e culturale per l’opera di Dalì.

Il museo è aperto tutti i giorni tranne il martedì, dalle 10:00 alle 18:00, e l’ingresso è a pagamento. Se sei un appassionato di Dalì e dell’arte surrealista, non puoi perdere l’occasione di visitare questo museo unico al mondo

Il prezzo del biglietto per adulti è di €17,00. Esistono anche tariffe ridotte per studenti, giovani fino a 25 anni e gruppi di almeno 10 persone. Il costo esatto varia in base alla categoria di appartenenza.

Montamartre cosa vedere: Il campo di basket  Pigalle Duperré Court.
II coloratissimo e originale campo di basket

Ecco a Montmartre cosa vedere di insolito: Il Pigalle Duperré Court.

Il Pigalle Duperré Court è un campo da basket situato nel quartiere di Pigalle, nel XVIII arrondissement di Parigi, vicino a Montmartre. Questa attrazione unica per il suo genere è diventata famosa per il suo design colorato e accattivante, che lo rende uno dei luoghi più fotografati di Parigi.

Il campo da basket è stato ristrutturato nel 2017 dall’artista francese Ill-Studio, in collaborazione con il marchio di abbigliamento sportivo Pigalle e Nike.

Il design del campo è stato ispirato dai colori del tramonto, con gradazioni di rosso, rosa, blu e viola che si fondono armoniosamente tra loro.

Pensa poi che ha anche delle linee di gioco irregolari e curve, che lo rendono unico e innovativo. Oltre al design, il campo da basket è diventato un punto di ritrovo per i giovani appassionati di basket e di street culture, che si riuniscono qui per giocare, socializzare e scattare foto.

Nonostante sia diventato molto popolare tra i turisti e gli appassionati di street art, questo posto è ancora frequentato dai locali, che lo considerano un’importante risorsa per la comunità.

Se sei un appassionato di basket o di street culture, Pigalle Duperré Court è sicuramente un luogo da non perdere durante il tuo viaggio.

Passeggiare per il cimitero di Montmartre.

Il Cimitero di Montmartre è uno dei cimiteri più famosi di Parigi, dove sono sepolti molti personaggi storici e celebri.

Considera che è anche una vera e propria opera d’arte a cielo aperto, con maestose sculture e monumenti funerari che rappresentano una testimonianza della bellezza e dell’arte del XIX e XX secolo.

La sua particolarità risiede nell’essere stato costruito su un pendio, il che lo rende abbastanza impegnativo da visitare. Tuttavia, vale sicuramente la pena di fare lo sforzo per vedere le numerose tombe di celebrità che vi si trovano.

Tra le tombe più famose ci sono quella del pittore Edgar Degas, del cantante e compositore François Truffaut, della scrittrice e femminista Simone de Beauvoir e di molti altri artisti, intellettuali e personaggi storici.

Vuoi sapere andando in metro, bus o a piedi, dove scendere per visitare Montmartre?

Il quartiere è situato nel XVIII arrondissement di Parigi, ed è raggiungibile con vari mezzi di trasporto pubblico.

La fermata Metro Abbesses e le altre fermate:

In metro, puoi prendere la linea 12 e scendere alla stazione Abbesses, che si trova proprio nel cuore della zona. Puoi anche scendere alla stazione Lamarck-Caulaincourt, sempre sulla linea 12, che ti permetterà di accedere alla parte alta del quartiere, dove si trova la Basilica del Sacré-Cœur.

Se preferisci il bus, puoi prendere le linee 30, 54, 80, 85 e scendere alla fermata “Montmartre – Sacré-Cœur”. Da qui potrai raggiungere facilmente la Basilica del Sacré-Cœur e poi scendere verso la parte bassa del quartiere.

In alternativa, puoi raggiungere la zona anche a piedi, camminando lungo le strade pittoresche e le scalinate del quartiere girovagando in ogni punto da destra a sinistra delle strade parigine.

Da qui, potrai passeggiare lungo le strette vie del quartiere, ammirare la vista panoramica di Parigi dalla Basilica del Sacré-Cœur e visitare le numerose attrazioni turistiche, come la Chiesa di Saint-Pierre, il Moulin de la Galette e il Muro dei Je t’aime.

Montmartre cosa vedere:  Tutte le attrazioni e le fermate nella mappa.
La Mappa del quartiere e le sue fermate metro.

Dove dormire a Montmartre.

La zona offre una grande varietà di opzioni per chi cerca un posto dove dormire. Ci sono numerosi hotel, bed and breakfast e appartamenti vacanza disponibili, che vanno dai più economici ai più lussuosi.

Se vuoi vivere l’esperienza di Montmartre come un vero bohémien, potresti optare per un alloggio in un appartamento in affitto con vista sulla città.

Ci sono molti hotel centralissimi, carini e curiosi dove potresti soggiornare a costi non esagerati. Eccoti alcuni consigli:

  1. Le Relais Montmartre: questo hotel boutique a 4 stelle si trova in una posizione comoda, vicino alla metropolitana e alla Basilica del Sacré-Cœur. Le camere sono arredate in stile retrò e accogliente, e alcune hanno una vista panoramica sulla città.
  2. Hôtel Particulier Montmartre: situato in un edificio storico del XIX secolo, questo hotel boutique a 5 stelle è caratterizzato da un’atmosfera romantica e sofisticata. Le camere sono arredate con mobili d’epoca.
  3. Hotel Montmartre Mon Amour: questo hotel a tema romantico è perfetto per le coppie in cerca di un soggiorno indimenticabile. Le camere sono arredate in stile bohémien e romantico.
  4. Hotel Basss: questo hotel moderno e minimalista si trova in una posizione comoda, vicino alla metropolitana e alla Place du Tertre. Le camere sono semplici e carine.
  5. Hotel des Arts Montmartre: situato in una posizione tranquilla e silenziosa, questo hotel boutique a 3 stelle è caratterizzato da un’atmosfera artistica e creativa. Le camere sono ben arredate.

Dove mangiare Montmartre spendendo poco?

Se stai cercando un posto dove mangiare a Montmartre spendendo poco, ci sono diverse opzioni tra cui scegliere. Ecco alcune idee:

  1. La Crêperie Brocéliande: questo ristorante serve crepes deliziose a prezzi ragionevoli. Potrai gustare le classiche crepes francesi dolci o salate, insieme ad una vasta selezione di sidro locale.
  2. Le Grenier à Pain: questa panetteria offre una vasta selezione di panini e pasticceria, tra cui croissant, baguette e tarte tatin. Potrai gustare questi piatti francesi tipici senza spendere troppo.
  3. La Cantine des Ginettes: questo ristorante offre piatti tradizionali francesi a prezzi accessibili. Il menu cambia regolarmente, ma potrai trovare piatti come zuppa di cipolle, boeuf bourguignon e tarte aux pommes.
  4. Le Relais Gascon: questo ristorante offre cucina del sud-ovest della Francia, con piatti come foie gras, cassoulet e confit de canard. I prezzi sono ragionevoli, e potrai gustare questi piatti in un’atmosfera accogliente e tradizionale.

In generale, se vuoi risparmiare sui pasti, ti consiglio di evitare i ristoranti turistici situati vicino alle principali attrazioni, in quanto tendono ad essere più costosi.

Invece, cerca i ristoranti frequentati dagli abitanti del luogo, dove potrai gustare piatti autentici e deliziosi a prezzi più accessibili.

In conclusione, se ti chiedi ancora a Montmartre cosa vedere, non posso non dire che questo è un luogo che incanta per la sua bellezza e per la sua storia.

Ogni angolo racconta una storia, ogni edificio è unico, e passeggiare per le sue strade, come la Rue Lepic, è come fare un tuffo nel passato.

Il fatto che artisti come Utrillo e la sua guida Picasso abbiano vissuto qui, rende il quartiere ancora più affascinante. La vista panoramica che si può godere dalla collina, la funicolare che la collega alla città, e la piazza del Tertre con i suoi artisti sono solo alcune delle meraviglie che l’area offre.

Non c’è un giorno migliore per visitarlo, ogni momento dell’anno ha il suo fascino. In ogni caso, una cosa è certa, Questo posto resta davvero un luogo speciale, che non smette mai di sorprendere e di emozionare chi lo visita.

FacebookLinkedInInstagram